10 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. Alessandra C ha detto:

    […] intrigante, e se solo fosse arivata in “orario pausa pranzo” sarebbe stata una strategia totalmente perfetta per […]

  2. […] ad abozzare degli input strategici per raggiungere gli obiettivi di comunicazione definiti insieme al […]

  3. Il t ha detto:

    […] ad insistere sul fatto che, soprattutto nel momento in cui il target serve a valutare e definire strategie di branding e comunicazione, occorre portare avanti un’analisi molto più accurata e approfondita, non limitarsi alle […]

  4. […] e i suoi competitors, traendone un’attenta analisi di brand e iniziando ad abbozzare alcuni input strategici [n.d.a. le strategie sono programma del 2° anno] che hanno esposto durante l’esame di fronte […]

  5. […] dovrebbe fare per rispondere alle richieste del cliente e provvedere all’ideazione di un Piano Integrato di Comunicazione che sia […]

  6. […] intrigante, e se solo fosse arivata in “orario pausa pranzo” sarebbe stata una strategia totalmente perfetta per […]

  7. […] ad abozzare degli input strategici per raggiungere gli obiettivi di comunicazione definiti insieme al […]

  8. […] è comunque che tutto sia inserito in un piano strategico ben congegnato, ma di questo vi dirò di più in uno dei miei prossimi articoli su Brand Care […]

  9. […] anche: – Il PIC – Piano Integrato di Comunicazione – Master IED in Gestione Strategica del Brand: via alle […]

  10. […] allora come “disegnare” il proprio piano di comunicazione? Questo lo approfondirò sul prossimo numero di Brand Care […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *