a book "Enjoy the wait" - campagna di sensibilizzazione alla lettura

“Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro

Libri ed e-book si fan la guerra, ma che senso ha se la gente non è disposta o abituata a leggere?

L’IDEA

a book, una delle più conosciute case editrici thailandesi, ha pensato di considerare i momenti di “attesa” come un’occasione per stimolare ed educare le persone alla lettura ed intorno a tale concetto ha sviluppato la sua campagna di sensibilizzazione.

LA CAMPAGNA
Enjoy the wait, così hanno deciso di chiamare l’iniziativa, offre ai Thailandesi l’opportunità di leggere di più in quanto prevede l’inserimento di piccole storie, stralci e riassunti di libri della casa editrice a book in molte delle situazioni in cui le persone sono in qualche modo costrette ad aspettare:

a book "Enjoy the wait" - campagna di sensibilizzazione alla lettura

  • “a book” Queue up tickets prevede l’inserimento di sinossi di libri appena pubblicati direttamente sul bigliettino emesso dagli eliminacoda;
  • “a book” Running late SMS permette di richiedere tramite SMS l’invio di un breve testo da leggere durante le attese;
  • “a book” Widget è un widget a forma di libro che permette di leggere durante il caricamento di pagine o documenti mentre si naviga in Rete;
  • “a book” Placemats consiste nella stampa di un libro aperto sulle tovagliette utilizzate durante i pasti in modo da poter leggere mentre si consuma la colazione, il pranzo o la cena in locali pubblici o nelle mense;
  • “a book” Stickers lines consistono il adesivi tipo “segnaletica orizzontale” posti nei luoghi in cui si formano delle file e pensati per dare la possibilità di lggere anche aspettando in piedi.

I RISULTATI

Con la campagna Enjoy the wait, le vendite della casa editrice sono aumentate del 25% in due mesi, incluso un 20% di neo-lettori tra i target che prima non amavano leggere affatto.

LE MIE RIFLESSIONI

Trovo che tale insieme di iniziative sia molto interessante e che potrebbe essere applicato anche in altri Paesi.

Date le lunghe code presso banche, uffici postali, ASL ed enti pubblici in generale, consiglierei anche a comuni e regioni italiane di cercare una partnership con una casa editrice e provvedere a rendere meno atroci tali momenti ingannando l’attesa dei propri utenti con delle interessanti pagine di letteratura.

Attraverso lo studio accurato dei target si potrebbero diversificare tematiche ed argomenti in modo da incontrare il più possibile i gusti di chi è comunque costretto all’attesa, rendendo tali momenti, oltre che piacevoli, utili alla propria formazione.

A me piacerebbe occuparmene, voi che ne pensate? 🙂

Leggi anche:
Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David Foster Wallace
“Esperienze di marketing personale” l’ebook gratuito di Stefano Principato
Libri vs. e-book: dalla polemica alle risate
Il mio primo libro di David Foster Wallace
Leggere, scrivere, comunicare: riflessioni su un concorso di scrittura creativa
Il “libro nero” come medium: da Babbo Natale a Debby Holt

7 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] – La scopa del sistema – ovvero – Il mio terzo libro di David Foster Wallace – “Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro – Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David […]

  2. […] di storie – La scopa del sistema – ovvero – Il mio terzo libro di David Foster Wallace – “Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro – Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David Foster […]

  3. […] di storie – La scopa del sistema – ovvero – Il mio terzo libro di David Foster Wallace – “Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro – Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David Foster […]

  4. […] colme di storie – La scopa del sistema – ovvero – Il mio terzo libro di David Foster Wallace – “Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro – Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David Foster […]

  5. […] in Italia – e molte aziende cercano espedienti per stuzzicare l’appetito dei lettori in Thailandia mentre si aspetta, in Russia mentre si è… in […]

  6. […] stasera cercherò un bel calzino altamente elastico in attesa, domattina, di trovarlo pieno delle solite cose e con accanto un bel parallelepipedo […]

  7. ̶ ha detto:

    […] per voi l’attesa è una perdita di tempo? Ma soprattutto, voi cosa fareste se avesse un giorno in più ogni settimana? Io, se riuscissi a […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *