Lacrime di coccodrillo prodotte da Diesel

Lacrime di coccodrillo firmate Diesel

Diesel convince gli invitati VIP a partecipare al suo “The Fake Party” a Mumbai, in India, inviando loro lacrime di coccodrillo.

L’IDEA DEL “FAKE PARTY” IN INDIA

I creativi “assoldati” da Diesel si sono trovati a dover organizzare una festa di lancio per il famoso brand nel Paese che conta il più grosso numero di contraffattori del marchio. I creativi in questione hanno dunque avuto l’idea di denominare l’evento “The Fake Party” per ironizzare proprio su tale situazione.

LA QUESTIONE “VIP” E LE LACRIME DI COCCODRILLO

Presa tale decisione e stesa la lista degli invitati importanti – quali star cinematografiche, icone della moda e simili – occorreva trovare un modo affinché l’invito all’evento spiccasse tra le centinaia di richieste che tali personaggi sono soliti ricevere.

In linea con il tema del “fake”, continuando a far dell’ironia riguardo le abitudini e lo stile di vita dei personaggi ricchi e famosi, Diesel ha inviato a tutti i VIP una bottiglietta di “Tears of Joy – 100% lacrime di coccodrillo” (in realtà glicerina, la sostanza abitualmente usata sul set per “far piangere” gli attori) insieme alla richiesta di partecipazione al party. In questo modo l’invito sottolineava l’atmosfera un po’ folle e molto promozionale a cui ci si aspettava le star si attenessero durante l’iniziativa.

Lacrime di coccodrillo prodotte da Diesel

IL RISULTATO DELLA CAMPAGNA

Pare che, utilizzando tale strategia, Diesel sia riuscita a coinvolgere 438 delle 500 celebrità invitate, che alcune ne abbiano scritto sui loro blog e che altre abbiano addirittura richiesto un altro campione di “Lacrime di Gioia” per fare scherzi agli amici.

COMMENTO PERSONALE

Trovo questa iniziativa tanto assurda quanto ben congegnata… io non sono stata invitata, ma mi ha incuriosito e ne scrivo lo stesso nel mio blog! 😛

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *