Lego - campagna pubblicitaria pagg 3-4

Lego invita allo storytelling

In una delle ultime campagne pubblicitarie, la Lego – amata azienda produttrice dei famosi mattoncini colorati e, di conseguenza, di immaginazione, divertimento e creatività – regala ai suoi fan ben 3 storie e invita loro stessi allo storytelling lasciando l’ultima pagina colma solo di righe in bianco.

Lego - campagna pubblicitaria pagg 1-2

Lego - campagna pubblicitaria pagg 3-4
[via]

Diversamente dalle proprie abitudini Lego, in questa campagna non ci stupisce mostrandoci il design dei suoi nuovi concept da montare, ma punta quasi completamente sulla forza dell’immaginazione e delle parole regalandoci tre lunghe body copy stracolme di idee [tutte da giocare, dopo – ovviamente – averle montate 😉 ].
Il visual della campagna di 4 pagine in successione, infatti, è composto semplicemente da un mattoncino colorato per foglio:

  1. uno rosso come il sottomarino che ha avvistato un Minotauro a Marrakesh;
  2. il secondo blu come la navicella spaziale gigante che perlustrava la Grande Muraglia Cinese;
  3. quello verde come il piccolo dinosauro evaso da Alcatraz;
  4. infine il mattoncino giallo come… come l’idea fantastica che verrà in mente ad ognuno dei lettori.

In chiusura un magico claim: “Every Lego brick tell a story. Build yours.” [trad. ita. “Ogni mattoncino Lego racconta una storia. Costruisci le tue.”] la cui doppia chiave di lettura, se da una parte stupisce, dall’altra rassicura visto che sono quasi 100 anni che costruiamo i nostri racconti con i Lego.

Colori primari, idee in libertà, tanto bianco e tante righe da riempire: semplice quanto creativo.
Devo essere sincera: spero che questa campagna pubblicitaria Lego non sia uscita solo negli Stati Uniti perché conosco diverse persone che morirebbero dalla voglia di poter riempire quella pagina bianca [sì, io sono tra queste 😛 ].

Altro sullo storytelling

Altro su Lego:
Lego: i perché di un successo lungo (quasi) un secolo /2
Lego: i perché di un successo lungo (quasi) un secolo /1
Nuovi modi di progettare un sito web: con i Lego
Lego Mania: il Lego naufrago, la “Lego Difference Engine” e la Lego art

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *