Martin Castrogiovanni - Edison campagna pubblicitaria

Martin Castrogiovanni, Edison e le Olimpiadi

Sarà perché “da giovane” ho fatto per tanti anni ginnastica ritmica a squadre.
Sarà per la scelta di “Sylvia” di Leo Delibes come colonna sonora che rende tutto molto più comico.
Sarà per la gestualità e le attonite espressioni facciali di un impacciato Martin Castrogiovanni.
Ma gli ultimi spot di Edison dedicati alle Olimpiadi di Londra per me sono un vero spasso.

Martin Castrogiovanni, uno dei giocatori di rugby della nazionale italiana, prova in tutti i modi a partecipare alla Olimpiadi cambiando squadra di continuo, dato che il rugby non è tra gli sport che possono far parte dell’importante competizione. Castrogiovanni si cimenta nella ginnastica ritmica, nella pallavolo e nella pallanuoto senza grandi risultati, ma facendo sbellicare lo spettatore con i suoi tentativi di integrazione.

Non sono un’esperta di pallavolo né di pallanuoto, ma per la ginnastica ritmica mi sento in grado di asserire che, nonostante il suo metro e ottantotto per centodieci kili di peso, Martin non se la cava poi tanto male: il nastro non si annoda, la palla non gli sfugge, se non avesse quelle movenze così poco aggraziate e l’aria impacciata di chi è finito su Marte e non conosce nessuno, direi che tra gli sport che ha testato è quello che gli riesce relativamente meglio! 😀

Il pizzicato di “Sylvia” ha un effetto veramente comico associato al mastodontico giocatore di rugby e l’effetto a mio avviso viene esasperato, oltre che dalla gestualità e dalla mimica dei protagonisti dello spot, dall’headline scelta per la campagna pubblicitaria “Edison sostiene gli azzurri che vanno alle Olimpiadi. E quelli che ci vorrebbero andare”: il connubio tra parole e immagine risalta il messaggio e ne rafforza i valori intrinseci. Di quanta tenacia, forza di volontà, propensione al sacrificio deve essere dotato un atleta che vuol raggiungere un livello eccellente? Ma quanto più forte deve essere per chi è automaticamente escluso nonostante la propria bravura?

Nonostante la frustrazione è palese l’autocritica, la voglia di mettersi in gioco, l’umiltà, lo spirito di sacrificio… Castrogiovanni non andrà alle Olimpiadi, ma sicuramente è comunque un simbolo positivo dello sport, non credete?

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. La Primav ha detto:

    […] Oggi è il primo giorno di Primavera e con essa inizia uno di quei periodi in cui palestre e centri fitness si impegnano di più nel ricordarci che dovremmo tenerci in forma facendo sport. […]

  2. […] una font – Primavera, tempo di fitness – Tempo di diete e di palestre [campagne pubblicitarie] – Martin Castrogiovanni, Edison e le Olimpiadi – Odio correre #sapevatelo – Fitness center trova la propria fortuna nella partnership con un […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *