Picknick Restaurant - campagna promozionale

Un buono sconto da grigliare

Come trasformale una “banale” campagna promozionale per un ristorante tirolese specializzato in pietanze cotte alla brace e alla griglia in qualcosa di unico e indimenticabile? Picknick Restaurant ci è riuscito creando un buono omaggio letteralmente da “grigliare” prima di poterlo usare.

L’obiettivo era quello di promuovere il Picknick Restaurant, un locale diverso dai consueti punti di ristoro presenti in Sud Tirolo, un ristorante in cui cucina e birrificio sono a vista, in cui il menu cambia ogni giorno ed è possibile ordinare qualsiasi piatto take away, in modo da poter decidere di consumarlo – in estate, ovviamente – all’aperto godendosi lo splendido panorama montano, i verdi prati e l’aria fresca.

L’idea è stata quella di creare un buono omaggio molto speciale, completamente connesso alla brand identity del ristorante e alla sua specialità, le grigliate. Il ticket da spendere nella struttura, infatti, non riporta esplicitamente l’indicazione del suo valore economico, ma occorre letteralmente “grigliarlo” per farla apparire.

Il particolarissimo coupon, è stato appositamente creato per Picknick Restaurant e presentato un un ricercato packaging di legno a forma di piccola valigia, all’interno della quale oltre al voucher sono stati inseriti alcuni fiammiferi, indispensabili per chi ricevesse il buono e ne volesse conoscere l’importo facendolo “alla griglia”.

Picknick Restaurant - campagna promozionale
[via]

Interessantissima reinterpretazione del coupon omaggio, grazie alla sua creatività la campagna promozionale mette bene in evidenza il valore aggiunto di Picknick Restaurant, sorprendendo i potenziali clienti con la sua originalità.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. Alessandra ha detto:

    […] Per far fronte alla selvaggia competizione presente nel proprio settore, Car Wash Park ha messo a punto una simpatica campagna di ambient marketing che utilizza la “materia prima” su cui si basa la propria attività – ovvero la polvere e lo sporco – come strumento di comunicazione. Con un’abile strategia creativa basata sul pensiero laterale, l’autolavaggio in questione ha trasformato il classico “Lavami” che spesso passanti mossi a compassione per le auto lerce scrivono con il dito su finestrini e parabrezza, in un vero e proprio coupon. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *