Car Wash Park - ambient marketing

Polvere di sconti [ambient marketing]

Pare che San Paolo sia una città in cui il settore degli autolavaggi risulti essere terribilmente affollato: con 500 agguerriti competitor sul mercato, il Car Wash Park ha deciso di puntare sulla creatività – oltre che su un cospicuo sconto – per invogliare gli automobilisti a scegliere la propria struttura quando hanno bisogno di lavare il proprio veicolo.

Per far fronte alla selvaggia competizione presente nel proprio settore, Car Wash Park ha messo a punto una simpatica campagna di ambient marketing che utilizza la “materia prima” su cui si basa la propria attività – ovvero la polvere e lo sporco – come strumento di comunicazione. Con un’abile strategia creativa basata sul pensiero laterale, l’autolavaggio in questione ha trasformato il classico “Lavami” che spesso passanti mossi a compassione per le auto lerce scrivono con il dito su finestrini e parabrezza, in un vero e proprio coupon.

L’azienda ha infatti creato uno speciale stencil con la scritta “Take this coupon to Car Wash Park and get a 50% discount.” [trad. ita.”Porta questo coupon da Car Wash Parco e ottieni uno sconto del 50%.”] e lo ha utilizzato per lasciare il messaggio sulle vetture molto sporche del proprio quartiere, soprattutto in prossimità di centri commerciali e supermercati.

Car Wash Park - ambient marketing
[via]

La scelta del mezzo è sicuramente una trovata originale per aver la certezza di raggiungere il proprio target, la pratica dello sconto un modo per assicurarsi attenzione e ben disporre il potenziale cliente. Bella idea, non trovate?

Altro sull’ambient marketing

Altro sul pensiero laterale

3 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. Ale ha detto:

    […] – Come fa una Smart a entrare in una buca delle lettere? [direct marketing] – Polvere di sconti [ambient marketing] – Esagerazioni da motociclisti [Harley-Davidson] – Opel Ampera e il suo testimonial […]

  2. […] ha pensato di incentivare la clientela potenziale a provare la propria cucina allettandola con un coupon da 5 dollari di sconto ma, non volendo essere banale, ha trasformato il buono sconto in una […]

  3. Fai [letteralm ha detto:

    […] all’esigentissimo target dei bambini? Casa da Tia Lea ha messo a punto una campagna di ambient marketing che, oltre a sorprendere sia grandi che piccini, non può essere che preludio di un gran […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *