Selpak - campagna pubblicitaria

Un fazzoletto per ogni evenienza [infografica]

Selpack, azienda produttrice di fazzoletti, ha di recente lanciato la propria campagna pubblicitaria al fine di comunicare al suo pubblico turco che per ogni esigenza emotiva il suo è il fazzoletto più adatto!

Grazie a delle divertenti quanto ironiche infografiche, Selpack compone una campagna pubblicitaria veramente creativa mettendo in relazione probabili e – soprattutto – improbabili ragioni che rendono necessario l’utilizzo di un fazzoletto per asciugarsi le lacrime al suo prodotto: che si tratti di commozione, lacrime di gioia o pianto disperato, poco importa, Selpack ha la soluzione!

Selpak - infographic 1 Selpak - infographic 2
[via]

Piacevole la creatività e il ricorso al diagramma di flusso a scelte multiple, fantastica la capacità di creare ironia e stupore con elementi tanto semplici, indovinato l’utilizzo delle figure retoriche del climax e della metonimia: in sintesi, una campagna a mio avviso ben congegnata!

Per alcuni le vacanze son già finite, per altri sono praticamente finite. Se vi viene da piangere, sono sicura che Selpack ha il fazzoletto giusto anche per voi. 😉

Altre campagne pubblicitarie

Altre infografiche

2 commenti
  1. Maria Cristina Terenzio
    Maria Cristina Terenzio dice:

    Una campagna semplice e ben congegnata che a me ricorda tanto la pubblicità negli stadi negli anni ’60 e ’70, quella del brandy Stock 84, Grappa Julia e del Caffè Borghetti. Allora la pubblicità ai super alcolici non era ancora proibita e prima della partita, durante l’intervallo ed alla fine dell’incontro gli altoparlanti rimandavano in continuazione questo tormentone:
    “Se la tua squadra del cuore ha vinto brinda con Stock 84,
    se ha perso consolati con Stock 84
    e se ha pareggiato… bevi Grappa Julia!”

  2. ale
    ale dice:

    Ciao Cristina, grazie per l’input: non conoscevo la pubblicità di cui parli, ma potrebbe essere uno dei primi esperimenti italiani di comunicazione che lega consumo e contesto! 🙂

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *