Gandhi Bookstores - campagna pubblicitaria

La Befana e i flashback da libro [Gandhi Bookstores]

Sapete già che alla Befana vi tocca il post sui libri e l’importanza della lettura, no? Stavolta invece di raccontarvi episodi della mia infanzia, farvi il resoconto delle mie letture [sempre meno di quelle che vorrei portare a termine] o di farvi scoprire libri che si leggono d’un soffio, condivido con voi in questa occasione lo spot di Gandhi Bookstores.

Gandhi Bookstores ha ideato una campagna pubblicitaria che mi ha fatto rimaner di stucco in quanto ha letteralmente trasformato in un video quel una delle mie più radicate convinzioni: leggere un buon libro può darti la sensazione di aver vissuto le esperienze che vengono raccontate al suo interno. Ve lo confermerà il protagonista dello spot! 😉

Impressionante quanto siano ben strutturati sceneggiatura e montaggio: costruito a meraviglia il legame tra il momento presente del protagonista e le sue “passate esperienze”, esperienze vissute leggendo libri diversissimi quanto ugualmente meravigliosi. E il lieto fine, non poteva prorio mancare.

Si tratta di uno spot di pochi secondi, ma pensate a quanto lavoro creativo e produttivo c’è dietro: innanzitutto Gandhi Bookstores ha dovuto individuare l’idea giusta, trasformarla in un concept narrativo e poi realizzarla, con tutte le difficoltà del caso legate alla scelta delle scene meglio rappresentative dell’immaginario collettivo da ricreare, ognuna con la location, i costumi e il trucco più adatto alle esigenze di scena. Il tutto per ottenere un prodotto audiovisivo che vi facesse venir voglia di leggere, ci sono riusciti?

Leggi anche:
Tennis, TV, trigonometria, tornado… – ovvero – il mio ottavo libro di David Foster Wallace
– L’amore per i libri secondo Floriano Bookstore
– Creatività e strumenti didattici: Carulla e il libro che si taglia
– Più lontano ancora di Jonathan Franzen [libro]
– Storia di un Corpo di Daniel Pennac [libro]
– Promuovere voli in libreria [British Airways]
– Shared Identities di Vincenzo Bernabei [presentazione del libro – 22 Febbraio]
– La Befana è intellettuale – ovvero – Un libro per chi ha fretta
– Riuso e arredo fai-da-te: E ora si IKrEA di Massimo Acanfora [libro]
– Come diventare sé stessi di David Lipsky – ovvero – Un libro su/di David Foster Wallace
– Marilyn Monroe testimonial per Libreriamo
– “Ultime notizie dal Sud” di Luis Sepúlveda [libro]
– Questa è l’acqua – ovvero – il mio settimo libro di David Foster Wallace
– Concorso Unilibro: Smonta e rimonta un libro!
– I libri non si buttano, MAI!
– Brevi interviste con uomini schifosi – ovvero – il mio sesto libro di David Foster Wallace
– La Befana e i libri
– Ammettilo, leggere ti piace!
– Cosa rende “libro” un libro?
– Ogni libro ti cambia un po’ la vita
– Leggere un buon libro non ha prezzo, per comprarlo c’è MasterCard – ovvero – IBS e i miei libri per l’estate
– “Momenti di trascurabile felicità” di Francesco Piccolo [e alcuni dei miei]
– Considera l’aragosta – ovvero – Il mio quinto libro di David Foster Wallace
– Il luogo in cui si legge di più è il bagno… e c’è chi ne approfitta per ricordarci di leggere di più
– Oblio – ovvero – Il mio quarto libro di David Foster Wallace
– Befana: calze colme di storie
– La scopa del sistema – ovvero – Il mio terzo libro di David Foster Wallace
– “Enjoy the wait” – ovvero – Per ingannare l’attesa ti offro un libro
– Una cosa divertente che non farò mai più – ovvero – Il mio secondo libro di David Foster Wallace
– “Esperienze di marketing personale” l’ebook gratuito di Stefano Principato
– Libri vs. e-book: dalla polemica alle risate
– Il mio primo libro di David Foster Wallace
– Leggere, scrivere, comunicare: riflessioni su un concorso di scrittura creativa
– Il “libro nero” come medium: da Babbo Natale a Debby Holt

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *