Coca Cola - campagna di sensibilizzazione

Coca Cola contro i pregiudizi [campagna di sensibilizzazione]

Non molto tempo fa, Coca Cola ha si è fatta portavoce in Spagna di “Open to others” [trad. ita. “Apriti/Aperto agli altri”] una strutturata campagna di sensibilizzazione atta a contrastare pregiudizi e preconcetti basati su stereotipi, superando i quali si potrebbe sicuramente ottenere “a happier world” [trad. ita. “un mondo più felice”].

Coca Cola, il brand che da sempre si propone di contribuire alla creazione di un mondo più felice, tanto da rendere la gioia uno dei valori fortemente radicati nel proprio universo di marca, in Spagna ha messo a punto un’esperimento per testare quanto i pregiudizi e i preconcetti basati sella semplice apparenza fossero radicati nell’immaginario collettivo e nelle pratiche percettive legate alla costruzione di relazioni tra individui.

Il risultato dell’esperimento è inizialmente scioccante per la facilità che le persone mostrano nell’associare caratteristiche e attributi spesso negativi e mai edificanti ad altri individui, basandosi esclusivamente sul loro aspetto… fortunatamente nulla che non si possa superare grazie al confronto e al dialogo!

A seguito di tale iniziativa, ovviamente diffusa in Rete attraverso tutti i canali Coca Cola, la nota bibita ha pensato di rafforzarne i risultati lanciando una campagna di sensibilizzazione multisoggetto che si schierasse contro il bullismo, il maschilismo e i pregiudizi nei confronti degli anziani, portando gli spettatori a riflettere sulla tematica dello stereotipo con lo scopo di scalfirne la forza e insinuare il dubbio rispetto al fatto che questo possa restituire una rappresentazione della società verosimile e realistica.

[via]

Bellissimi e di gran tatto, gli spot sono in grado di smuovere o quantomeno solleticare l’empatia di chiunque e spingere ognuno a mostrarsi più “aperto agli altri”, non trovate?

Altro su Coca Cola

Altre campagne di sensibilizzazione

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *