Teatreneu - ambient marketing

Commedie teatrali pay-per-laugh [Teatreneu]

Il pay-per-laugh è la strabiliante trovata della compagnia teatrale indipendente spagnola Teatreneu per attirare pubblico ai propri spettacoli nonostante l’aumento delle tasse sulle performance teatrali voluto dal governo. Come funziona? Continuate a leggere per conoscere i dettagli della loro campagna di ambient marketing! 😀

A causa della crisi economica, in Spagna il governo ha aumentato le tasse sugli spettacoli teatrali dall’8% al 21% con conseguenze disastrose in termini di perdita di pubblico, soprattutto per le compagnie e i titoli meno conosciuti. La compagnia teatrale indipendente Teatreneu, però, non si è lasciata scoraggiare e ha usato il proprio genio creativo per risolvere la situazione.

A garanzia della qualità delle proprie commedie, infatti, Teatreneu ha creato un nuovo sistema di pagamento, il pay-per- laugh, secondo il quale il costo del biglietto è basato sulla quantità di sorrisi e risate che lo spettacolo riesce a strappare allo spettatore. Com’è possibile? Grazie a un sistema basato sulle dinamiche dell’ambient marketing: di fronte a ogni seduta del teatro è stato installato un sistema di riconoscimento facciale in grado di rilevare i sorrisi.

Gli spettatori potevano dunque entrare gratuitamente nel teatro, sedersi comodamente al posto assegnato loro e godersi lo spettacolo. Alla fine della performance avrebbero dovuto corrispondere 30 centesimi di euro per ogni sorriso fatto sino a un massimo di 80 risate, ovvero 24 euro che, per chi si fosse sbellicato dalle risa, sicuramente è stato un grandioso investimento, non credete?

Il risultato interessante è che, a quanto pare, la media del costo del biglietto è aumentata di 6 euro rispetto allo storico e, grazie al passaparola e alla copertura mediatica gratuita che la geniale idea ha comportato, gli spettatori di Teatreneu sono stati il 35% in più portando la compagnia a ricavare quasi il doppio da ogni spettacolo in pay-per-laugh e – ovviamente – a vedersi copiata l’idea da molti altri teatri indipendenti.

Teatreneu - ambient marketing
[via]

Un fantastico modo per coinvolgere lo spettatore, fargli percepire la qualità degli spettacoli, modulandone il costo in base – essenzialmente – al suo grado di soddisfazione, dunque garantendo il suo “investimento”.

Altro sull’ambient marketing

3 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] per il web in cerca di ispirazione per i miei post, mi sono imbattuta in una campagna di ambient marketing ai miei occhi particolarmente stravagante e curiosa. 999, azienda cinese produttrice di […]

  2. […] la mia attenzione è stata nuovamente catturata dal brand Moleskine: si tratta della campagna di ambient marketing “Every one has a story” [trad. ita. Ognuno ha una storia] organizzata tempo fa in Cina […]

  3. […] Girovagando tra gli archivi delle mie fonti di ispirazione, ho ripescato una vecchia iniziativa di Colgate degna di nota nonostante siano passati diversi anni da quando l’ha messa a punto. Si tratta di un’operazione di ambient marketing sviluppata all’interno di studi dentistici specializzati nel trattamento dei bambini e volta a trasformare il timore del dentista a cui spesso i più piccoli sono soggetti, in allegria e grandi sorrisi. […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *