Metro - direct marketing

Fotografare senza macchina fotografica [Metro]

Tra heritage marketing, direct marketing, recupero delle tecnologie passate e upcycling, Metro, la testata distribuita gratuitamente in oltre 21 Paesi e che riesce a raggiungere un pubblico stampato di più di 16 milioni di lettori, ha saputo creare una comunicazione d’appeal per il suo concorso fotografico che ha fatto anche da campagna sociale.

Metro ogni anno lancia il Metro Photo Challenge, il concorso aperto a tutti gli amanti della fotografia, siano essi professionisti che semplici amatori. Per il lancio brasiliano, Metro ha tenuto a sottolineare la portata fortemente democratica dell’iniziativa e lo ha fatto mettendo a punto una campagna che permettesse anche chi non avesse una macchina fotografica di partecipare.

La stupefacente idea di Metro è stata quella di trasformare una delle sue copertine in un Pinhole, una fotocamera senza obiettivo, incoraggiando anche chi non fosse in possesso di una macchina fotografica a partecipare al concorso. Guardate il video per conoscere tutta la storia.

[via]

L’iniziativa è quasi magica, sicuramente affascinate e colma di creatività, oltre che essere un perfetto esempio di riciclo [o meglio upcycling] in ottica heritage, non trovate?

Altro sul direct marketing, l’heritage marketing e il green

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *