Articoli

Kit Kat riempie i break con i branded content… E il mio blog va in pausa tutto Agosto. Buone vacanze!

Non vado in vacanza ad Agosto neppure quest’anno, ma per godermi un po’ di più le mie finte-ferie ho deciso di prendermi un break dal blogging [la prima volta in 4 anni] per il prossimo mese.
Buone vacanze, ci si becca il 2 settembre alle 7:14, puntuali! 🙂

Tanto per rimanere in tema “pausa”, Kit Kat, sulla propria Pagina Facebook rumena, trasforma i break in branded content che consentano di esperire direttamente la marca durante le pause da studio e lavoro: qui quando?.

È da 75 anni che Kit Kat ci ripete “Have a Break, Have a Kit Kat”, ma rendendosi conto che “era di Facebook” è l’era dell’esperienza e dell’interazione, ha deciso di offrire ai propri fan la possibilità di avere un break realmente, non solo dicendolo, ma iniziando a offrire consigli e indicazioni riguardo come trascorrere i propri momenti di pausa, per poi direttamente produrre e offrire branded content “facili da digerire” che potevano trasformarsi essi stessi in una pausa.

“The Five-to-Two news” è un progetto di contenuti brandizzati Kit Kat che parte dall’abitudine un po’ di tutti di trastullarsi di fronte al computer per qualche minuto dopo pranzo, solitamente con una drammatica voglia di dolce. Esattamente alle 13:55 di ogni giorno, sulla propria pagina Facebook ufficiale, la nota marca di snack posta la quotidiana dose di news divertenti da leggere e guardare: gossip, notizie estere, sport, videogame, spettacolo, musica, eventi, tecnologia… e il 90% dei contenuti sono ideati e confezionati il giorno stesso in cui vengono postati, dunque assolutamente attuali e pertinenti. Il risultato in termini di interazione e notorietà è stato strabiliante: guardate la fine del video, se non ci credete! 😉


[via]

Altro sui branded content:
Brand Storytelling – ovvero – Il mio quinto articolo su Comunicando
Gus&Ben: branded content anche per Misura
– Voglia di branded content [direct marketing]
– Missione Oreo: separare la crema dal biscotto
– Gli zombie o la SWAT ti consegnano la pizza? Forse hai ordinato da Domino’s
– Sull’organizzazione dell’agenda – ovvero – Encomio del pennone BIC a quattro colori
– Klippbok: diventa un interior designer con IKEA [app per iPad]
– Branded content in corsia per Band-Aid
– IKEA, branded content e nuovo catalogo
– Imparare l’inglese con Google Chrome [branded content]
– Nesquik e le torte come branded content
– Lavatrici finite male by Maccio Capatonda in collaborazione con Calgon [branded content]
– Maionese Hellmann’s: lo scontrino si trasforma in ricetta
– Gulf News aggiunge un plus al caffè di Tim Hortons: le notizie dell’ultima ora
– Il tuo epitaffio? Crealo con l’app per Facebook
– Svegliarsi con il caffè [letteralmente] grazie a un’app
– Ne avete abbastanza delle feste, ma non della follia? Ecco il rimedio.
– The New Yorker: web puzzle tra heritage marketing e branded content
– Mix tra pubblicità comparativa e brand entertainment per Casa Coop
– Catalogo IKEA 2012: focus on small spaces
– App Malboro per social smoker – ovvero – Come “scroccare” una sigaretta senza irritare nessuno
– IKEA ora mette ordine anche nei computer
– Dalla newsletter ai pomodori gratinati
– Creare contenuti di brand è più efficace della pubblicità
– L’ “house organ” ovvero perché creare una rivista aziendale