Articoli

Dichiarazioni d’amore in video [Sky]

Tra quattro giorni sarà San Valentino. C’è chi lo festeggia, c’è a chi non importa e c’è chi lo usa come espediente per far entrare in empatia il brand con i potenziali consumatori. Lo scorso anno Sky, per il mercato tedesco, ha fatto proprio questo, proponendosi come un intrigantissimo cupido tecnologico per tutti gli amanti del cinema timidamente innamorati di qualcuno.

Se siete tra i timidi che non riescono a dichiararsi, sperate che Sky ripeta la geniale campagna pubblicitaria che ha messo a punto lo scorso anno in Germania. Grazie a un complesso servizio a valore aggiunto basato sull’intelligenza artificiale, Sky è stata in grado di trasformare migliaia di messaggi d’amore e dichiarazioni in fantastici video-montaggi personalizzati.

Perfetta strategia di direct marketing, personalizzazione del servizio, focus sulla brand experience e creazione di branded content in ottica brand entertainment tutto in uno. Creatività da vendere e risultato strabiliante!… E impossibile che dopo dichiarazioni d’amore di questo tipo non si sia optato per una serata romantica di home cinema, non credete?

Altro su direct marketing, brand experience e branded content

Carsales e l’estrema personalizzazione pubblicitaria

Carsales, azienda australiana specializzata nella vendita di auto usate, ha avuto un’idea geniale per promuovere il proprio servizio e le auto dei suoi clienti. Carsales ha inventato Autoads, il sistema che rende possibile personalizzare il proprio annuncio video di vendita dell’automobile. Non ci credete? Leggete sotto.

Carsales, con il suo servizio a valore aggiunto Autoads, ha creato una piattaforma in cui è possibile in pochi click mettere a punto un annuncio video per vendere la propria macchina usata. La novità [e il vantaggio competitivo della pensata], non sta solo nell’utilizzo del video al posto delle consuete immagini statiche e qualche riga di testo, ma nel fatto che lo spot che ne viene fuori è unico, esclusivamente legato all’autovettura pubblicizzata. Come ci sono riusciti? Creando un archivio di 145 scene e 5.000 tracce vocali suddivise in 5 “generi” per un totale di oltre un trilione di possibilità di annuncio.

Ecco il video di presentazione del servizio:

Di seguito, invece, alcuni esempi:

[via]

Geniale, non trovate?

Altro su auto e moto

Nuovi trend: la saponetta sporca-scarpe

I trend e le mode sono così, mutevoli. Anni fa la moda voleva che le scarpe, soprattutto quelle bianche da ginnastica, fossero immacolate e splendenti, sempre nuove, possibilmente di un bianco accecante. Oggi la stessa cosa è considerata “da sfigati”. Oggi se le stesse scarpe non appaiono “vissute”, meglio se quasi “allo stremo”, non sono “cool”.

Molti brand producono e distribuiscono capi di abbigliamento e calzature che appaiono già “vecchie” o, come si usa dire, “con una storia”. Converse pare abbia deciso di non aderire al movimento, ma neppure di starne fuori del tutto: le sue sneaker vengono messe sul mercato bianche immacolate, ma grazie a “Dirty Soap”, ognuno può sporcare le sue.

Dopo milioni di prodotti per la pulizia, arriva dunque il sapone sporca-scarpe facilmente ottenibile seguendo le indicazioni del tutorial grazie a una mistura di glicerina, colorante e fango a piacere in poco più di 3 ore. Per chi fosse interessato, ecco il video!


[via]

Il video è un’ottimo esempio di servizio a valore aggiunto in ottica di direct marketing. Il tutorial ispira i fan del brand, ma anche i potenziali acquirenti Converse così come i consumatori di altre marche di sneaker che comunque svilupperanno un pensiero positivo rispetto alla marca a cui il video è dedicato e che ha permesso comunque loro di acquisire gratuitamente una nuova conoscenza.

Idea interessante e coinvolgente, oltre che molto creativa, non trovate?

La lista di nozze? Con Domino’s Pizza!

Non sono una fan, ma Domino’s Pizza ha messo in pratica una delle idee che a me giravano per la testa da anni. Lo scorso anno, il brand ha lanciato il “Dominos’ Wedding Registry”, la prima lista di nozze per i futuri sposi appassionati di pizza. Non è assurdo quanto geniale? 😀

Tralasciando per un momento il fatto che difficilmente un Italiano possa definire serenamente la pizza di Domino’s come pizza. La famosa marca dal punto di vista comunicativo riesce a ideare campagne pubblicitarie e fornire ai propri clienti servizi a valore aggiunto con un livello di creatività veramente notevole.

In questo caso, la brillante idea di Domino’s Pizza riguarda i fidanzati e futuri sposi: si tratta della creazione di un portale dedicato esclusivamente alla lista di nozze… ovviamente tutta a base di pizza. Pensando a chi è stufo di ricevere come regalo di matrimonio piatti e complementi d’arredo dallo stile non proprio in linea con il proprio – se non effettivamente di dubbio gusto – il noto brand ha deciso di fornire ai suoi fan e agli amanti della pizza in generale, la possibilità di creare la loro lista di nozze tutta a base del [solitamente] gustoso alimento.

Si può scegliere di regalare ai futuri sposi il catering per l’addio al celibato/nubilato, la prima cena di nozze o post-viaggio di nozze, così come uno dei menu studiati per trascorrere una “semplice” serata in completo relax. Dare un’occhiata al sito del nuovo servizio a valore aggiunto firmato Domino’s Pizza, vale la pena.

Domino's Pizza - branded content
[via]

Certo, se la pizza fosse anche buona, sarebbe tutto perfetto! 😀 Voi che dite?

Altro sulla pizza

Storie da parete

Avete bimbi che fanno fatica ad addormentarsi e non sapete più che favole raccontare loro per indurgli il sonno? Castroramata deve ave pensato a voi quando ha deciso di mettere in produzione la sua fantastica “Magic Wallpaper”, la carta da parati in grado di raccontare storie.

Castorama, catena francese specializzata in articoli per il fai-da-te, ha creato una carta da parati stupefacente. “The Magic Wallpaper” di fatto è in grado di sostituire il libro delle favole per la buonanotte: applicata nella stanza dei bimbi, utilizzando l’apposita app è infatti possibile “leggere” ognuno dei personaggi rappresentati sulla sua superficie e la loro storia.

Ogni personaggio è messo a punto in modo da fungere da “digital marker” ovvero da elemento virtuale che la app è in grado di associare a un racconto da leggere o anche da ascoltare… e scantonando non uno, ma due personaggi, questi vengono combinati in ulteriori favole garantendo di sicuro non poca varietà.

Castorama - branded content

Un nuovo modo di intendere i branded content, di assicurare un servizio a valore aggiunto al proprio target, di aumentare l’appeal del prodotto utilizzando la tecnologia e di creare un nuovo vantaggio competitivo di prodotto. Strabiliante, non trovate?

Altro sui branded content

Nuovi metodi per vendere

Il più grande portale per la vendita di oggetti di seconda mano del Belgio, 2deHands.be, ha avuto l’idea di introdurre un nuovo servizio a valore aggiunto per i suoi utenti. Pensata soprattutto per gli utilizzatori più giovani del sito, è stata introdotta “Chat with your Ads”, la prima iMessage App in grado di trasformare gli annunci in fantastici sticker digitali animati e cliccabili.

“Chat with your Ads”, letteralmente “Chatta con i tuoi annunci”, è l’app per iMessage sviluppata da 2deHands.be che permette al brand di aggiungere un nuovo mezzo di comunicazione e diffusione degli annunci a quelli già a disposizione. L’app, infatti, interpreta la pratica sempre più diffusa di comunicare con emoticon e adesivi mentre si chatta con amici, parenti e conoscenti permettendo di ricavare dalle foto degli oggetti messi in vendita [abiti, tecnologie, auto, mobili…] degli sticker da utilizzare e condividere attraverso la messaggistica istantanea iOS.

L’elemento particolarmente interessante è che ogni adesivo, oltre ad aumentare l’appeal dell’oggetto in vendita e sfruttare un nuovo canale per interagire con potenziali acquirenti, è direttamente linkato con l’annuncio su 2deHands.be così da permettere al destinatario, con un semplice tocco, di acquisire maggiori informazioni ed eventualmente di procedere direttamente all’acquisto.

[via]

Un’idea fortemente creativa, sicuramente innovativa, ma che a me suscita qualche dubbio rispetto alla funzionalità. Innanzitutto il fatto che sembri interagire esclusivamente con la messaggistica di iOS risulta essere una limitazione non da poco, considerando che questa è presente solo sugli iPhone e che comunque non sembra essere tra le più utilizzate [la più usata per eccellenza è Whatsapp seguita da Facebook Messenger – Fonte]. In secondo luogo mi chiedo se gli utenti che non hanno scaricato l’app di 2deHands.be siano comunque in grado di vedere lo sticker perché se così non fosse l’idea perderebbe oltremodo di forza e, dunque, di appeal.
Voi che ne pensate?

Altro sulle app

Contro i volantini [Pizza Hut]

I miei clienti lo sanno, così come tutti i miei studenti e almeno quelli che di voi mi seguono da un po’, ma io ODIO profondamente il volantino – anche detto flyer – come medium promozionale: lo trovo sciatto e privo di senso, dato che viene cestinato. Solitamente lo sostituisco con la cartolina, ma mi è sembrata anche l’idea di Pizza Hut di usare lo zerbino. Vi sembra impossibile? Guardate il video.

[via]

Interessante idea per differenziare il proprio approccio comunicativo, non sprecare carta, ottimizzare i costi e sorprendere il proprio target potenziale fornendo un servizio a valore aggiunto, quella di Pizza Hut di promuovere il proprio servizio di delivery con degli zerbini. Certo il design poteva essere migliore, ma direi che è comunque un tentativo riuscito di innovazione e creazione di un nuovo medium, non trovate?

Altro sui “new media”, in senso lato! 😉