Articoli

Oggi è il mio Blogcompleanno – ovvero – Un anno di connessioni tra idee

L’8 ottobre 2009, esattamente un anno fa scrivevo questo post, il primo.

Il mio primo Blogcompleanno365 giorni, 145 post (146 con questo), circa 8.000 visitatori unici, oltre 22.000 visualizzazioni di pagina (fonte: google analytics) fa era tutto poco più che un gioco, un taccuino per appunti, un esperimento per aggregare stimoli e connettere idee con più facilità, per “riflettere ad alta voce”.

Festeggio, un po’ emozionata (non lo nascondo!), questa ricorrenza riorganizzando i link ad alcuni post che mi è maggiomente piaciuto scrivere o che mi sembrano più utili (per la vostra gioia prima o poi, insieme ad altro materiale ci farò una serie di e-book o un libro, anzi, se un editore si volesse offrire… 😛 ).

N.B. naturalmente i miei “preferiti” sono quelli che ho catalogato come “elucubrazioni”:

BASIC

Da grande voglio lavorare in pubblicità
Essere creativi
Cosa fa uno “strategic planner”?
Copywriter: workflow e creatività

Strumenti di lavoro: il brief
Il PIC – Piano Integrato di Comunicazione
Piccolo glossario sul brand

BRANDING

Il Brand è una promessa
Brand building per una marca carismatica
Innovare e connettere per superare la crisi
Whole Brand Reputation
Kaizen e aziende – ovvero – Creatività, miglioramento e… social media

Analisi e definizione del vantaggio competitivo
Marketing, brand e ruolo del cliente
Il prosumer da Radio Alice al Web 2.0
La civiltà dell’empatia: dagli esperimenti sulle scimmie al branding

Personal Branding: The Brand called You
Il marketing personale e… la mia intervista

MARKETING

Comunicazione e posizionamento di brand
Comunicare “corporate”
Comunicazione di prodotto/servizio
Comunicazione: B2B e B2C
Comunicare “Green” e il “Green washing”

Leve di marketing: il PREZZO (e il brand)
Il prezzo perfetto
Tattiche di prezzo

Leve di marketing: la DISTRIBUZIONE
La distribuzione come alleato di brand

Branding e accordi tra imprese
Rischi e benefici del co-branding
Strategie di brand extension
Strutturare il portafoglio di marca

STRATEGIE

Le basi della comunicazione aziendale
Il marchio e le sue caratteristiche
Brand evolution: restyling del marchio
Il coordinato aziendale: biglietti da visita e carta intestata

Perché creare un “corporate blog”
Aziende e Social Network: il corporate blog vs. il sito vetrina
Corporate blog e web writing

Guerrilla marketing: cos’è e come si usa
Eventi: da strumento a business
L’ufficio stampa e il suo lavoro
Effetti speciali: rappresentare e comunicare l’impossibile

Comunicare la storia d’impresa: l’heritage marketing
L’archivio e il museo d’impresa per costruire valore

L’ “house organ” ovvero perché creare una rivista aziendale
Creare contenuti di brand è più efficace della pubblicità

Comunicare il brand: l’ufficio e il suo arredo
Feng Shui in ufficio per aumentare benessere e produttività
Condivisione e Iuoghi di lavoro: il Coworking

SOCIAL MEDIA

CORPORATE 2.0: Aziende e Social Media
Un’agenda web-based per lavorare meglio, soprattutto in team
I numeri del social networking
Video aziendali e Youtube
Facebook come risorsa per il B2B
Twitter: una infografica sugli users profile e un video di consigli per l’uso
Yoono, l’adds-on per gestire tutti i tuoi social media da un’unica interfaccia
Whohub: fare business networking utilizzando un’intervista
Delicious e il social bookmarking vs. i segnalibri di Firefox e Airset

ELUCUBRAZIONI

Acquisti d’impulso – ovvero – Riflessioni sulle albicocche secche

Essere “Trentenni”
Sono laureata in Scienze della Comunicazione
Corso IED di Brand Management: riflessioni da docente

Il “libro nero” come medium: da Babbo Natale a Debby Holt
Il mio primo libro di David Foster Wallace
Leggere, scrivere, comunicare: riflessioni su un concorso di scrittura creativa

Connettere piuttosto che collezionare: riflessioni a partire da de Kerckhove
Riflessioni personali su serialità, televisione e post-televisione
Attenzione al “micro”: cosa connette “Lie to Me” a Twitter
Piccole riflessioni sulla reputazione di Facebook

Dalla “merda d’artista” di Piero Manzoni a Creatives Are Bad
Creatività e raccolta differenziata
Roma: questo non è un marchio… e non sto citando Magritte
Algoritmi, @Jovanz74 e #Gilda35 – ovvero – il twittino che imparò a volare

Tra i “brand” naturali, il thè verde
Wellness brand: Pilates
Wellness & Business – ovvero – Un po’ di tempo per TE

VIAGGI & TURISMO

Nella sublime New York tra arte, brand e tanto freddo
AVATAR di James Cameron (in 3D)
Sole e relax a Barcellona
Firenze Contemporanea

Roma e l’arte contemporanea: il MAXXI
Roma e l’arte contemporanea: il MACRO
Roma e l’arte contemporanea: il Museo dell’Ara Pacis
– La prossima settimana il post su Madrid! 🙂

In questo anno mi sono divertita: grazie a tutti quelli che hanno condiviso le proprie idee che hanno permesso ad altre idee di nascere, aggregarsi ed essere a loro volta condivise.

Grazie anchea tutti quelli che hanno letto le mie elucubrazioni mentali, le strategie, le riflessioni, i pensieri e le opinioni e, magari, le hanno anche trovate interessanti. 😉

Buon Blogcompleanno al #mioblog e grandi sorrisi a tutti i suoi lettori! 🙂

Twitter: una infografica sugli users profile e un video di consigli per l’uso

Twitter, per chi non lo sapesse, è un servizio gratuito di social network e microblogging che fornisce agli iscritti una pagina personale aggiornabile tramite messaggi di testo con una lunghezza massima di 140 caratteri (poco meno di un SMS).

Gli aggiornamenti possono essere effettuati in molti modi – tramite il sito stesso, via SMS, con programmi di messaggistica istantanea, e-mail, oppure tramite varie applicazioni basate sulle API di Twitter (io uso Yoono) – e sono mostrati istantaneamente nella pagina di profilo dell’utente, oltre ad essere comunicati agli utenti che si sono registrati per riceverli (i followers), mantenendo comunque la facoltà di limitare la fruibilità dei propri messaggi oppure decidere di renderli visibili a chiunque.

Gli utilizzatori di Twitter hanno profili differenti che, seguendo l’infografica creata da @ngonews e ispirata da @guykawasaki che ho trovato qui, si differenziano a seconda dei contenuti che condividono (clicca sull’immagine per ingrandirla):

users profile on Twitter by @ngonews & @guykawasaki via infographicsshowcase.com

L’infografica descrive dettagliatamente sei possibili tipologie di utenti Twitter e, oltre a chiarirne stile e obiettivi, consiglia l’atteggiamento da tenere nei confronti di ognuno. Dal seguente video, invece, è possibile carpire altri consigli su come utilizzare il social media leader del microblogging, “advice” utilissimi affinché la propria strategia di presenza su Twitter risulti efficace ed efficente senza pregiudicare la reputazione, che si tratti di brand o persone fisiche.

via

Perché ci vuole rispetto, oltre alla strategia.
Follow me on Twitter! 😉

Altro sui social media:
I numeri del social networking
Facebook come risorsa per il B2B
Attenzione al “micro”: cosa connette “Lie to Me” a Twitter
Le mie strategie di Social Networking – Facebook e FriendFeed
Le mie strategie di Social Networking – Follow me on Twitter
Yoono, l’adds-on per gestire tutti i tuoi social media da un’unica interfaccia
Save the date – 1° giugno 2010: Aperitivo DuepuntozerO a Bologna
Le mie strategie di Social Networking – Profilo LinkedIn: aggiornato
Corporate blog e web writing
Aziende e Social Network: il corporate blog vs. il sito vetrina
Il prosumer da Radio Alice al Web 2.0
Tag cloud e Brand Care magazine
Un’agenda web-based per lavorare meglio, soprattutto in team
Perché creare un “corporate blog”
Aziende e Social network: l’esempio IKEA

Le mie strategie di Social Networking – Facebook e FriendFeed

Marchio Facebook e FriendFeeedDa questo week-end mi trovate anche su Facebook e uno su FriendFeed.

Come la maggior parte di voi saprà, mentre Facebook consente di connettersi con amici, colleghi e in generale con persone in qualche modo facenti parte del proprio contesto e rende visibile i dati dettagliati del profilo solo agli utenti della stessa rete; FriendFeed è un servizio web che consente l’aggregazione in tempo reale degli aggiornamenti provenienti da reti sociali, blog e più in generale da qualsiasi servizio che renda disponibili i propri contenuti tramite feed RSS o Atom con lo scopo di creare un flusso di informazioni unico che riunisca le molteplici attività di uno stesso utente in rete.

Come annunciato ieri ora penso di aver collezionato un account su ognuno dei social media che mi possono essere utili a meno che qualcuno non gliene consigli di nuovi tenendo conto che l’uso che ne faccio è quasi esclusivamente professionale (chiunque abbia delle idee in proposito ha ora molti modi per farmele conoscere 😉 ).
Durante la settimana spero di riuscire ad ampliare le mie Reti inserendo tra i miei contatti sui vari account chi ancora non ho avuto modo di “invitare” e cercando di contattare chi non conosco, ma con cui mi sembrerà interessante poter condividere informazioni.

Ricapitolando, quelli attivi sono: Google Reader, Twitter, LinkedIn e, come già detto, Facebook e FriendFeed.
Tutti vengono gestiti attraverso Yoono, senza il quale credo che già sarei impazzita, che è stato “montato” sia sul mio mac di casa, sia su quello in ufficio.
Poi ci sono Issuu, Slideshare, Scribd e YouTube che, però, preferisco “avere in comune” con la mia azienda.

Tutti i miei account hanno un profilo completo e, per quanto possibile, differenziato in modo da evitare nella peggiore delle ipotesi la duplicazione di contenuti.
Tutti sono, sempre nei limiti del possibile, collegati tra loro (il ché comporta un certo grado di inevitabile ridondanza), connessi a questo blog tramite le icone nella parte “CONNECT” in header che si ripetono anche nel footer tante volte qualcuno se le sia perse e non abbia voglia di “tornare su” con lo scrolling.
Tutti quanti, direttamente o in automatico vengono aggiornati almeno una volta al giorno.
…Piccole regole importantissime per rendere efficiete la propria strategia di social networking. 🙂

Altro sui social media:
Le mie strategie di Social Networking – Follow me on Twitter
Yoono, l’adds-on per gestire tutti i tuoi social media da un’unica interfaccia
Save the date – 1° giugno 2010: Aperitivo DuepuntozerO a Bologna
Le mie strategie di Social Networking – Profilo LinkedIn: aggiornato
Corporate blog e web writing
Aziende e Social Network: il corporate blog vs. il sito vetrina
Il prosumer da Radio Alice al Web 2.0
Tag cloud e Brand Care magazine
Un’agenda web-based per lavorare meglio, soprattutto in team
Perché creare un “corporate blog”
Aziende e Social network: l’esempio IKEA

Yoono, l’adds-on per gestire tutti i tuoi social media da un’unica interfaccia

Yoono adds-on per gestire tutti i social media da un'unica interfacciaYoono è un adds-on di Firefox (disponibile anche come desktop application) nato come social bookmarking per la condivisione dei propri segnalibri, poi evolutosi in “aggregatore di social media” che – diversamente da Social.Mix.Me – non si limita a creare una sorta di “biglietto da visita”, ma porta all’interazione diretta con ogni social media da un’unica interfaccia, “all in one place” senza limitarsi – diversamente da Brizzly –  a Facebook e Twitter.

Yoono permette di:

  • connettersi e aggiornare social network quali LinkedIn, Facebook, Twitter, Myspace, Friendfeed e Flickr, anche tutti contemporaneamente;
  • chattare con AIM, Live Messenger (MSN), Yahoo! Messenger e/o Google Talk;
  • connettersi, aggiornare e condividere contenuti attraverso Google Reader;
  • utilizzare in tutte le sue funzioni Gmail e altri account e-mail;
  • fare ricerche su Internet e condividere qualsiasi contenuto con gli amici;
  • aggiornare il proprio blog senza entrare nel back-end del sito;

Il tutto senza essere invasivo: graficamente Yoono si presenta come una piccola barretta del colore che preferite alla sinistra del vostro browser (se utilizzate la versione adds-on) che si “estende” a vostro piacimento nel momento in cui intendete fruire dei contenuti che vi avete archiviato o aggiornare uno o più dei vostri social media, per poi risparire una volta terminato. Nel momento in cui qualcuno dei vostri contatti aggiorna il suo profilo o status, ovvero vi contatta su uno degli instant messenger, qualora lo desideriate, Yoono vi avvisa con un suono di notifica e/o facendo comparire una piccola pop-up di sintesi.

Io lo trovo favoloso per chi cerca la semplificazione della gestione dei social network, soprattutto per chi ne ha tanti e li aggiorna spesso. Personalmente spero che presto aggiungano ai social media supportati anche Scribd, Slideshare, Issuu e Youtube, oltre a Skype (che pare essere l’unico instant messenger mancante, forse perché nasce come voip) in modo da non dover passare da un sito all’altro per aggiornare tutti gli account di Queimada.
In effetti devo dire che Yoono, per le aziende che hanno inserito l’utilizzo dei social media tra le proprie strategie di visibilità per la creazione di brand reputation, risulta essere uno strumento irrinunciabile, più che utile. 😉

Altro sui social media:
Save the date – 1° giugno 2010: Aperitivo DuepuntozerO a Bologna
Le mie strategie di Social Networking – Profilo LinkedIn: aggiornato
Corporate blog e web writing
Aziende e Social Network: il corporate blog vs. il sito vetrina
Il prosumer da Radio Alice al Web 2.0
Tag cloud e Brand Care magazine
Un’agenda web-based per lavorare meglio, soprattutto in team
Perché creare un “corporate blog”
Aziende e Social network: l’esempio IKEA